Weijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX
  • Home
  • RIVISTA
  • ARCHIVIO RIVISTA
  • 2010
  • FEBBRAIO 2010
  • Il cristianesimo è proprio così irragionevole?
< Indietro

  • Weijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX

mons. Luciano Monari

  • Contenuto :

    Weijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX

    Free
Facebook
Twitter
Google Plus

Da un articolo pubblicato in una delle riviste leader della comunicazione mondiale: “A un pranzo posso denunciare il misticismo (o il rapimento yoga o la reincarnazione) con l’impeto di una Guardia Rossa e posso affermare che ai cristiani dovrebbe essere negato il diritto di voto… ma [il feng shui] non era una forma di assurdità come la transustanziazione o l’omeopatia”.

Chi scrive queste parole (Liam Fitzpatrick) è un cinese di Hong Kong che racconta come si sia disamorato del feng shui al quale, in quanto abitante di Hong Kong, era affezionato e che riteneva, fino a poco tempo fa, ragionevole. Naturalmente non è questo il luogo in cui discutere del diritto di voto in democrazia o della transustanziazione in teologia; e nemmeno del feng shui. Ma vale la pena cogliere il problema presente in affermazioni come queste che l’autore ritiene evidenti, tanto che le porta come dimostrazioni del suo atteggiamento illuminato. Per lui è evidente che i cristiani credono cose irragionevoli e che le loro opinioni sono potenzialmente pericolose – appunto in quanto sottratte al controllo sanante della ragione. 

Weijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX

È evidente: quello che a me pare chiaro è del tutto incomprensibile per l’autore del saggio. Mi si affollano in testa tutta una serie di affermazioni che potrei opporre polemicamente: il cristianesimo ha fatto la cultura dell’Occidente: è proprio così irragionevole? Ha liberato dalle superstizioni, dai vincoli dei tabù ancestrali: è proprio così oppressivo?

Ma preferisco prendere un’altra lezione. Che lo vogliamo o no, viviamo in un contesto culturale vario nel quale le singole tradizioni possono apparire agli altri incomprensibili e ingiustificate. D’altra parte non è possibile tracciare dei confini precisi entro i quali ciascuna tradizione culturale si muova autonomamente.

Siamo chiamati (costretti?) a intrecciare conoscenze, credenze, abitudini. Bisognerà che diventiamo capaci di spiegare il perché crediamo in quello che crediamo.

La transustanziazione, ad esempio. Il concetto di “sostanza” a cui il termine fa riferimento è tutt’altro che facile da comprendere. Nel linguaggio comune sostanza s’identifica con materia (elemento chimico o composto o mescolanza). Ma per chi pensa così la transustanziazione non appare molto diversa dall’alchimia e dalle trasformazioni mirabili che gli alchimisti si attendevano dalla pietra filosofale. Mi posso consolare pensando che chi scrive è un cinese ed è comprensibile che la distanza culturale si faccia sentire. Ma il problema è che una difficoltà simile è presente anche presso nostri concittadini. Politologi onorati di casa nostra hanno scritto che bisognerebbe togliere il diritto di voto ai credenti perché l’ordine sociale non può che essere un ordine di ragione mentre i credenti giudicano in base a riferimenti non ragionevoli.

È possibile che affermazioni del genere siano provocate dalle aspre polemiche su problemi come il testamento biologico. Ma probabilmente il problema esiste e la via di soluzione si presenta lenta, faticosa. Naturalmente la questione non riguarda solo l’ambito della religione ma ogni ambito della cultura. È bene che si rivendichi la propria autonomia, che si difenda la propria tradizione. Ma dovremo diventare capaci di spiegare il perché di ciò in cui crediamo e che vogliamo difendere. In caso contrario i conflitti saranno inevitabili e irrisolvibili. Non penso a conflitti necessariamente cruenti, ma a visioni che si contrappongono e creano incomprensioni, risentimenti, inciampi. Forse la costruzione della pace passa anche attraverso lo sforzo di dire meglio chi siamo e perché lo siamo, di ascoltare con attenzione chi sono gli altri e perché lo sono.

Se questo è vero, il tempo speso a capire se stessi e gli altri, a esprimere se stessi e gli altri è speso bene.

Anche se questo produrrà forse qualche crisi di identità e ci obbligherà a purificare le nostre abitudini, il nostro linguaggio. È costretto a percorrere questa via lunga e faticosa chiunque sia convinto che gli uomini costituiscono un’unica famiglia e che la vocazione dell’umanità è la comunione tra tutti. Come i cristiani.

  • FEBBRAIO 2010

Sezione

ULTIMA DI MO

Stampa

< Indietro

Per abbonarsi a MissioneOggi

€20,00

  • IN TUTTO IL MONDO
  • 1 anno
  • Versione Cartacea
  • Versione Digitale/OnLine
  • Archivio Digitale
  • Weijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX Iscriviti

Cartaceo + OnLine

€35,00

  • IN ITALIA
  • 1 anno
  • Versione Cartacea
  • Versione Digitale/OnLine
  • Archivio digitale
  • Iscriviti

€50,00

  • IN ITALIA
  • 1 anno
  • Versione Cartacea
  • Versione Digitale/Online
  • Archivio Digitale
  • Iscriviti
Trasparente Plaid Canotta Moda T Maschi Maglia Uomo Sexy Camicette TOikXZuP
Tutti gli abbonamenti

Multimedia

  • Video
  • Foto
  • Musica

Progetti

  • ONLUS
  • Progetti ONLUS
  • Progetti PROCURA

San Cristo

Contatti

  • Collaboratori
  • Staff del sito
  • Direzione Regionale
  • Comunità

Eventi

  • Calendario
  • Eventi
  • Località
Weijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX
  • HOMEItalia
  • CHI SIAMOPresentazione
  • NEWSComunità
  • GIORNALEMissionari Saveriani
  • RIVISTAMissioneOggi
  • VOCAZIONIMissione Giovani
  • ContattiWeijl Online Tally Shirt E TopNegozio T ZPiukX
  • Donazioni
  • Avviso legale
  • Ricerca
  • Password dimenticata
  • Accesso riservato

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.

Info
America Upon In Time T Once White A Shirt shQdxtCr